Lavoro in nero all’ospedale di Salerno: “Striscia la Notizia” becca soccorritori volontari “senza contratto”

lavoro-nero-ospedale-salerno-striscia-la-notizia-soccorritori-volontari

Lavoro in nero all'ospedale di Salerno: Luca Abete e "Striscia la Notizia" hanno beccato dei soccorritori volontari "senza contratto"

Lavoro in nero all’ospedale di Salerno: Luca Abete e “Striscia la Notizia” hanno beccato dei soccorritori volontari “senza contratto”.

Volontari ma non troppo: scoperto lavoro in nero all’ospedale di Salerno

L’inviato di “Striscia la Notizia“, Luca Abete, ha fatto tappa presso l’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno per segnalare un caso di lavoro in nero presso l’azienda ospedaliera salernitana o per lo meno per quanto riguarda la situazione dei soccorritori volontari presso il pronto soccorso.

Abete ha parlato di associazioni di pubblica assistenza che gestiscono i rapporti con i proprio lavoratori in maniera alquanto discutibile. Quelli che dovrebbero essere i soccorritori volontari verrebbero addirittura pagati circa 100 euro alla settimana, ricoprendo turni che andrebbero dalle 7 e 30 fino alle 4: un guadagno mensile di 400 euro che verrebbero versati direttamente dai responsabili delle ambulanze.

Una situazione paradossale che renderebbe questi uomini dei lavoratori in nero, privi di contratto, contributi, cassa mutua e sfruttati fino al midollo. Come direbbe lo stesso Abete, parliamo di “volontari involontariamente volontari”.

TAG