CronacaPolitica

Lotta all’abbandono dei rifiuti si accende a Sant’Arsenio: nuova ordinanza

SANT’ARSENIO. Il Sindaco di Sant’Arsenio, Donato Pica, mostra, grazie ad un’apposita ordinanza da poco diffusa, la ferma volontà di scoraggiare l’abbandono dei rifiuti all’interno del territorio comunale e di continuare la lotta già iniziata.

Dopo l’apertura, nel 2008, dell’area recintata di proprietà comunale situata in località Difesa, istituita come deposito temporaneo dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata porta a porta in attesa del loro conferimento agli impianti di smaltimento, è scaduta l’ordinanza di utilizzo in via provvisoria come sito di stoccaggio rifiuti.

Proprio per questo il Sindaco ha provveduto a emettere divieto di depositare i rifiuti in località Difesa, che rimane, stando a quanto riporta ondanews,  di esclusivo accesso agli operatori comunali e alla ditta incaricata dei trasporti dei rifiuti agli impianti. Non è possibile, poi, abbandonare i rifiuti all’esterno del deposito stesso e all’interno dell’intero territorio comunale, anche se racchiusi in sacchetti o contenuti in recipienti sul suolo e nel suolo, sulle strade, nei fossati, nelle acque superficiali e sotterranee e in tutte le aree diverse da quelle destinate alla raccolta differenziata.

Le violazioni dei divieti comporteranno multe da 300 euro a 3mila euro, mentre se l’abbandono riguarda rifiuti pericolosi, gli importi addebitati saranno pari al doppio. È tassativamente vietato anche rilasciare nell’ambiente rifiuti di piccolissime dimensioni, come fazzoletti, scontrini o gomme da masticare, pena una multa il cui importo può variare da 30 euro a 150 euro, cifra che raddoppia se l’abbandono riguarda mozziconi di sigarette e altri prodotti da fumo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto