Cronaca

Maltempo, anche Roccapiemonte chiede lo stato di calamità

ROCCAPIEMONTE. Dopo Angri e Castel San Giorgio anche il Comune di Roccapiemonte ha richiesto la dichiarazione dello stato di calamità naturale.

La richiesta è stata effettuata dal sindaco, Carmine Pagano, a seguito dell’ondata di maltempo degli ultimi giorni che, unitamente agli incendi boschivi che hanno interessato il territorio durante il periodo estivo, ha provocato e sta provocando enormi disagi.

«L’eccezionale ondata di maltempo degli ultimi giorni, caratterizzata da forti piogge e temporali, unitamente agli incendi boschivi che hanno interessato il territorio per tutto il periodo estivo, ha provocato infatti enormi disagi lungo l’intera area comunale con criticità al sistema viario, infrastrutturale ed edilizio – dichiara il primo cittadino – L’intensità dei fenomeni meteorologici ha determinato una situazione di emergenza per la quale si sono resi necessari interventi urgenti e straordinari con conseguente aggravio finanziario per il ritorno alle condizioni ordinarie».

Nelle ultime ore gli operai a lavoro hanno effettuato degli interventi in via Ponte al fine di ripristinare il collettore fognario, completamente invasato. Gli operatori hanno provveduto a bonificare il condotto che collega via Santa Maria di Loreto alla rete fognaria centrale che presentava al suo interno rami, arbusti, e rifiuti di ogni genere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button