Cronaca

Manita prenatalizia per la Cavese al Massimino di Catania

Pesante sconfitta al Massimino di Catania per la Cavese di mister Modica, che nel diciottesimo turno di campionato perde per 5 reti a 0. Campo da sempre ostico per i metelliani quello dei catanesi.

La formazione siciliana allenata da Sottil che punta fortemente al ritorno i B, si affidava all’esperienza e alla classe del capitano Ciccio Lodi, in avanti nel 4-3-3 Manneh Marotta e Curiale. La Cavese di Modica con il consueto 4-3-3, che vedeva dall’inizio Inzoudine e Bruno, da segnalare la centesima presenza in biancoblu per il capitano Favasuli. Nel primo tempo la Cavese gioca bene, rispetto ai padroni di casa,ma l’attaccante Jacopo Sciamanna non è per niente in giornata, spreca malamente prima al 2’ lanciato a rete da Migliorini solo davanti a Pisseri calcia incredibilmente fuori .Per poi ripetersi al 30’, lanciato questa volta in contropiede da Rosafio per l’ennesima volta spreca tutto solo davanti al portiere degli etnei.

Gol sbagliato gol subito, questa la legge più classica del calcio che si avvera al 36’ quando Manneh servito in profondità da Curiale batte Vono per l’1 a 0. Prima dell’intervallo Rosafio aveva tentato un’ azione personale con la conclusione che andava di poco fuori.

Nella ripresa il crollo per la squadra di Modica, che aveva effettuato tre cambi al 57’ Bettini, Logoluso e Tumbarello. Dopo aver richiesto un rigore al 64’ ai danni di Manetta, al 68’ i metelliani rimanevano in 10. Errore di Vono, che dopo aver sbagliato un uscita faceva fallo da rigore su Aya. Dal dischetto Lodi spiazzava il secondo portiere De Brasi per il 2 a 0. Con l’uomo in più i padroni di casa dilagano, prima al 72’ con un eurogol di Marotta, gran tiro da fuori area al volo, poi vanno in rete ancora una volta all’84 con Manneh, doppietta per lui oggi, che sfrutta nel migliori dei modi un errore in difesa tra Bruno e Migliorini. Chiude la festa del gol del Catania all’87’ Calapai per il 5 a 0 finale.

Pesante sconfitta per la Cavese che era in serie positiva da 6 turni(5 pareggi e la vittoria per 3-0 a Reggio Calabria) e che mercoledi al Lamberti contro il Bisceglie dovrà scollarsi di dosso le 5 reti del Massimino. Per il Catania vittoria che rilancia gli uomini di Sottil alla rincorsa alla Juve Stabia.
Catania (4-3-3): Pisseri; Ciancio, Aya, Silvestri, Baraye (26′ Calapai); Rizzo, Lodi (85′ Scaglia), Angiulli (62′ Bucolo); Marotta, Curiale (62′ Vassallo) Manneh (85′ Brodic).
A Disp: Pulidori, Lovric, Esposito, Biagianti, Llama, Barisic. All: Andrea Sottil
Cavese (4-3-3): Vono; Palomeque (57′ Logoluso) Bruno, Manetta, Indouzine, Lia, Migliorini, Favasuli (57′ Tumbarello) Rosafio (76′ Flores Heatley), Sciamanna (69′ De Brasi), Fella (57′ Bettini).
A Disp: Silvestri, Licata, Mincione, Buda, Zmimer, Di Dato, De Rosa.
All. Giacomo Modica
MARCATORI: Manneh (36′, 84′); Lodi (70′); Marotta (72′), Calapai (87′)
Arbitro: Zufferli di Udine (Carrelli-Dicosta)
AMMONITI: 21′ Angiulli, 72′ Marotta(CT), 56′ Manetta (CAV)
ESPULSI: 68′ Vono (CAV)
Note: corner 6-3 per il Catania; 2′ di recupero nel p.t; nessun minuto nel s.t.. Spettatori circa 9.000 con 200 tifosi cavesi

Foto: Pagina ufficiale  Facebook Cavese

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button