Cronaca

Mare sporco a Paestum: ecco le foto

CAPACCIO PAESTUM. Mare sporco a Paestum, arriva una nuova segnalazione. Una nostra lettrice ha denunciato la sporcizia del mare e delle spiagge.

Ecco la segnalazione:

“Ogni mattina troviamo davanti a noi una scena orribile. Al Lido Conchiglia, al Lido Le Palme e sulle spiagge libere, prima di pensare a chiudere lo spazio per le auto era più importante controllare i vari scarichi al mare e soprattutto i depuratori se esistono (ho i miei dubbi).

Prova di ciò che affermo inserisco delle foto ma sarebbe bello venire di persona la mattina e constatare lo schifo del mare, e anche delle spiagge libere che sono completamente sporche e piene di vespe e insetti.

Ricordatevi sempre che sono state date Bandiere Blu per motivi ancora ignoti visto che non c’è un mare degno della Sardegna.

Le foto non mostrano bene lo schifo che c’è nel mare non solo alla riva ma anche andando più dentro”.


Ecco le foto


Il sindaco: «mare eccellente»

Questa mattina, il sindaco di Capaccio Paestum, Franco Palumbo, si era affrettato a dire che “Il mare di Capaccio Paestum è eccellente. Le fioriture algali non rappresentano alcun pericolo per la nostra salute. Non si tratta di inquinamento, ma di un fenomeno naturale”.


http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/chiazze-schiuma-nessun-pericolo-sindaco/


Ammettendo, tuttavia, di aver “richiesto l’intervento dell’Arpac per effettuare ulteriori prelievi lungo la costa, nelle zone dove ci segnalano la maggiore presenza di questo fenomeno, per poter rassicurare tutti sull’eccellenza e sulla balneabilità del mare di Capaccio Paestum”.


Bandiera Blu

Capaccio Paestum quest’anno può vantare la Bandiera Blu per le sue spiagge.

http://salerno.occhionotizie.it/barra/bandiere-blu-cilento-larea-con-piu-bandiere/


 

Francesco Piccolo

Giornalista professionista, direttore del network L'Occhio che comprende le redazioni di Salerno, Napoli, Benevento, Caserta ed Avellino. Direttore anche di TuttoCalcioNews e di Occhio alla Sicurezza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button