Cronaca

Maxi frode fiscale a Milano, 73 indagati: coinvolta anche una donna di Eboli

C'è anche una donna di Eboli tra gli indagati nella maxi operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Milano per frode fiscale

C’è anche una donna di Eboli tra gli indagati nella maxi operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Milano per frode fiscale. Le fiamme gialle hanno scoperto un’ingente frode fiscale nel settore della grande distribuzione organizzata, finalizzata all’evasione dell’Iva mediante l’emissione e l’utilizzo di fatture false per quasi 2 miliardi di euro, da parte di un’articolata rete di società italiane ed estere, alcune delle quali mere cartiere nel ciclo di fatturazione intracomunitario della merce.

Maxi frode fiscale a Milano, indagata donna ad Eboli

Sono 8 le persone finite in carcere e 14 ai domiciliari: l’ebolitana – come scrive stiletv.it – non figura tra gli indagati principali (sono 73), ma collusa nel sistema fraudolento. Analizzata dalle Fiamme Gialle una fitta rete di rapporti bancari, nonché la copiosa documentazione contabile ed extracontabile, con il supporto del canale europeo di cooperazione di polizia denominato EMPACT, costituito in ambito EUROPOL, che ha permesso raccogliere informazioni dalle agenzie fiscali di 12 Paesi dell’Unione.

Le indagini

Allo stato delle indagini, il gip ha disposto il sequestro preventivo di oltre 260 milioni di euro, nei confronti di 15 società, pari all’ammontare dell’Iva evasa. Le operazioni hanno interessato le province di Milano, Roma, Torino, Napoli, Ancona, Brescia, Lodi, Vicenza, Rimini, Padova, Salerno e Potenza.

Articoli correlati

Back to top button