Cronaca

Maxi-truffa all’Inps: richiesta di rinvio a giudizio per 65 persone

False assunzioni per ottenere contributi dall’Inps, prosegue in tribunale la storia della maxi-truffa, con la richiesta di rinvio a giudizio per ben 65 persone.

Ci sono 65 richieste di rinvio a giudizio per commercialisti, imprenditori e commercianti, per una maxi-truffa all’Inps scoperta

Come racconta La Città, la Procura ha emesso una richiesta di rinvio a giudizio per l’inchiesta “Leonardo”, che ha permesso di scoprire un enorme raggiro all’ente di previdenza, attraverso un giro di false assunzioni, false fatturazioni e imprese inesistenti.

Al termine delle indagini, furono eseguite 6 misure cautelari, contestualmente a sequestri per un valore di 7 milioni di euro. Diverse le persone ritenute a capo del sistema truffaldino. Il commercialista Domenico Desiderio, Arcangelo Battimelli, l’antiquario Ottavio Carusti, il faccendiere Sabato Abagnale e i commercianti-imprenditori Aurelio Salierno e Vincenzo Carusti.

 

Articoli correlati

Back to top button