Medico abusa di suoi nipoti minorenni, trasferito al carcere di Vallo

stupro-violenza-sessuale, medico

Pochi giorni dopo l'arresto avvenuto a Roma il medico, accusato di aver abusato di due fratellini minorenni, è stato trasferito

Medico abusa di suoi nipoti minorenni, trasferito al carcere di Vallo.


VALLO DELLA LUCANIA. Pochi giorni dopo l’arresto avvenuto a Roma il medico, accusato di aver abusato di due fratellini minorenni, è stato trasferito presso il carcere di Vallo della Lucania.

Gli abusi si sarebbero consumati tra Battipaglia, città di cui il 50enne è originario, Capaccio Paestum ed altre località del Cilento dove venivano trascorse le vacanze.

Il Tribunale di Salerno aveva emesso, secondo quanto riporta Il Mattino, un’ordinanza di custodia cautelare e i carabinieri di Battipaglia lo avevano quindi arrestato e condotto presso il carcere di Regina Coeli per poi essere trasferito alla casa circondariale vallese.

Il medico si rifiuta di rispondere alle domande del Gip ma dovrà pero’ fornire chiarimenti sui fatti, l’accusa avrebbe infatti raccolto diverse prove.

Sul cellulare dell’uomo sarebbero state trovate fotografie della nipote nuda, foto forse scattate da lui oppure “rubate” dopo aver installato sul cellulare della ragazzina l’app Cerberus. Un’app che consente non soltanto di localizzare sempre il telefono ma anche di spiare conversazioni e di gestirlo.

Il pedofilo riusciva, così, anche a ritrarre immagini rubate della ragazzina in atteggiamenti intimi. Fotografie che poi dirottava sul suo cellulare così come le sue conversazioni telefoniche e i suoi whatsapp riuscendo a sapere sempre tutto di lei e utilizzare queste informazioni contro di lei.

Il presunto pedofilo, oltre che della nipote, avrebbe abusato anche del fratellino. A far scattare l’indagine è stata la denuncia dei genitori.


 

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG