Cronaca

Melma nera ed acque rosse a Santa Teresa: si va verso l’archiviazione

Il sostituto procuratore ha fatto proprie le osservazioni del Comune

È stata chiesta l’archiviazione per l’inchiesta sulla presenza di melma nera ed acque rosse nei pressi della spiaggia di Santa Teresa Salerno. Una richiesta avanzata dal sostituto procuratore Carlo Rinaldi per l’inchiesta aperta nel 20129 dalla Procura di Salerno come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Melma nera ed acque rosse a Santa Teresa: chiesta l’archiviazione

Il sostituto procuratore Carlo Rinaldi ha fatto proprie le osservazioni presentate dal Comune di Salerno. Secondo il magistrato, la presenza di materiale ferroso nelle acque (legato a possibili scarichi abusivi) può essere risolta con la messa a punto di pompe di sollevamento, dato che si tratta di una zona vietata alla balneazione essendo vicino al porto commerciale.

Per quanto concerne la melma nera (Capitaneria di porto ed Arpac riscontrarono valori di idrocarburi superiori alla media), nella richiesta di archiviazione si fa riferimento a “detriti vegetali accumulatisi nel tempo sui fondali e trasportati dalle mareggiate”.

Articoli correlati

Back to top button