Cronaca

Mercato San Severino, bullo picchia 13enne davanti al liceo e si frattura una mano: nei guai

Mercato San Severino, bullo picchia coetaneo per gelosia all’uscita di scuola: il sindaco, Antonio Somma, e il comandante la polizia municipale, Giancarlo Troiano, hanno convocato, per le 16 di oggi, il papà dello studente liceale dell’istituto Virgilio che ha riportato una frattura a una delle due mani dopo il violento litigio.

Picchia un coetaneo e si frattura la mano: bullo nei guai

«Ho deciso di incontrare, alla presenza del comandante la polizia municipale – afferma il primo cittadino- il papà dello studente
che ha riportato la peggio nel litigio, per discutere con lui dell’accaduto e ricostruire la triste vicenda».

Il padre del 13enne vittima del pestaggio aveva sporto denuncia ai carabinieri di Mercato San Severino contro il ragazzino. «Valuterò anche le responsabilità nella vicenda dell’istituto scolastico e chiedo chiarimenti sulla presenza degli agenti della polizia municipale di Mercato San Severino, sul loro non intervento qualora abbiano assistito alle lite», aveva detto il genitore.

L’episodio

Il bullo aveva picchiato un 13enne, al primo anno dell’indirizzo scientifico, per la gelosia per una ragazzina. Il minore si era scattato un “selfie” davanti alla scuola con una compagna e l’immagine è finita su Facebook scatenando l’ira dell’aggressore.

Articoli correlati

Back to top button