Cronaca

Mercato San Severino, cade dalla barella e muore dopo 2 giorni: 9 medici assolti

Nessuna responsabilità dei medici per la morte di Antonio Lamberti, 76enne di Roccapiemonte

Mercato San Severino, cade dalla barella e muore dopo 2 giorni: 9 medici assolti, secondo la Procura di Nocera Inferiore nessuno di loro avrebbe responsabilità nella morte di Antonio Lamberti, 76enne di Roccapiemonte, deceduto il primo gennaio scorso, dopo essere stato trasferito al Ruggi di Salerno, a seguito della caduta dalla barella, sulla quale stava aspettando il ricovero, ormai da 3 giorni.

Mercato San Severino, cade dalla barella e muore: medici assolti

Assolti tutti i medici coinvolti nella morta del 76enne di Roccapiemonte, Antonio Lamberti, deceduto lo scorso gennaio presso l’ospedale di Salerno, dove era arrivato, direttamente dal nosocomio di Mercato San Severino, a seguito di una cadura dalla barella dove si trovava, e che gli avrebbe provocato un trauma cranico fatale. Secondo la Procura di Nocera Inferiore non ci sarebbero responsabilità per i medici indagati, ma la famiglia non ci sta e chiede nuove indagini.

Le motivazioni

Secondo i pm non emergerebbero elementi utili a dare riscontro ai fatti denunciati dai familiari: secondo il referto, infatti, il pazienti si sarebbe alzato dal lettino senza avvisare il personale sanitario, nonostante le raccomandazioni in tal senso, e lì avrebbe avuto una sincope, che avrebbe provocato quindi la caduta.

Il parere dei familiari

I familiari invece affermano che l’uomo non fosse in grado di camminare e che non fosse stato assicurato alla barella in modo sicuro. L’uomo era già in gravi condizioni prima della caduta e gli esami successivi all’incidente, non avrebbero evidenziato ripercussioni ma, secondo la famiglia, la caduta potrebbe aver dato un colpo di accelerazione ad una condizione fisica già precaria

Articoli correlati

Back to top button