Cronaca

Mercato San Severino, muore dopo il ricovero al pronto soccorso: nessuna autopsia dopo 2 settimane

Mercato San Severino, muore dopo 5 ore di ricovero al pronto soccorso dell’ospedale Fucito. I figli della vittima hanno presentano denuncia

Mercato San Severino, muore dopo 5 ore di ricovero al pronto soccorso dell’ospedale Fucito. I figli della vittima, un 81enne, hanno presentano denuncia alla Procura di Nocera, ma dopo 2 settimane, non è ancora stata fissata l’autopsia.

Morto al pronto soccorso, dopo 2 settimana nessuna autopsia

Nell’esposto, uno dei figli della vittima denuncia i ritardi che “renderanno vano ogni utile accertamento per effetto dei noti fenomeni tanatologici”. I familiari vogliono, insomma, far luce sulle cause del decesso dell’81enne.

La vittima è Lucio Tierno, residente a Calvanico, deceduto il 5 novembre scorso al Fucito. La famiglia sospetta un caso di presunta malasanità, forte anche di una consulenza esterna.

I fatti

Nella perizia, si parla di «condotte omissive che, se del caso, potrebbero aver determinato la morte del paziente, dovuto a probabile emorragie nelle prime vie digerenti». Quel giorno, l’uomo presentava sintomi di vomito, con perdite di sangue dalla bocca. La famiglia decise di allertare il 118. Giunti al Fucito di San Severino, il paziente fu preso in assistenza al pronto soccorso. L’81enne continuava a star male e dopo due ore circa, ebbe un collasso, con tremori, sudorazione e perdita di coscienza. I medici avrebbero così richiesto un esame tomografico del torace, ma verso le 19.50 (l’accesso fu registrato alle 15), le condizioni si erano aggravate fino ad un arresto cardiorespiratorio.

Fonte: Il Mattino


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

 

Articoli correlati

Back to top button