Senza categoria

Mercato San Severino, Oasi Ecologica Sibelluccia: un nuovo polmone verde

MERCATO SAN SEVERINO. Si chiama “Oasi Ecologica Sibelluccia” ed è il nuovo giardino urbano della città: oltre mille metri quadrati di verde, centinaia nuove piante messe a dimora, nell’area di via Sibelluccia.

Giovedì mattina, alle ore 10, il taglio del nastro alla presenza del Sindaco di Mercato SAN Severino, Giovanni Romano, dell’assessore comunale alle Politiche Scolastiche, Assunta Alfano, del Commissario del Corsorzio, Antonio Setaro e dei bambini del Primo e del Secondo Circolo Didattico e della Scuola MediaSan Tommaso d’Aquino“.

“È un progetto dedicato all’ambiente, a proteggere e a tutelare il territorio, a rendere Mercato San Severino, una città sempre più verde.
L’Oasi Ecologica Sibelluccia nasce proprio in un’area destinata alle Attività Produttive e – ha spiegato il sindaco – questo nuovo parco è stato realizzato nell’ambito di un progetto complessivo di riqualificazione del paesaggio urbano che si presta a una pluralità d’iniziative indirizzate a tutti i fruitori”.

“L’area svolgerà una importante funzione ricreativa, igienica, ambientale e culturale – ha sottolineato il primo cittadino, e per la sua realizzazione l’amministrazione non ha impegnato fondi comunali. Ringrazio il Commissario del Consorzio di Bonifica del Comprensorio Sarno, Antonio Setaro, gli amici Geppino Corazziere, Angelo Mancuso e Rocco Gangone e il personale del Consorzio perché hanno saputo trasformare l’area in un vero e proprio “polmone verde” della città.
Successivamente abbiamo in programma di sviluppare insieme al Consorzio di Bonifica iniziative specifiche per la maggiore fruizione dell’area, dedicando particolare attenzione alle scuole e ai temi dell’educazione ambientale”.

“L’Oasi – prosegue Romano – è dotata di un’area recintata, dove trova posto un nutrito orto urbano, progettato utilizzando specie autoctone.
Si è fatto un notevole impiego del prato e di alcune specie arbustive ed arboree acclimatate e di uno spazio aperto, che offre combinazioni dinamiche adatte ai più grandi e di servizi igienici.
In aree di espansione periurbana razionalmente pianificata, il verde dell’oasi assumerà anche un ruolo di integrazione del sistema agricolo e forestale, diventando oltretutto un elemento di caratterizzazione ambientale e di mitigazione del clima urbano”.

“Il verde urbano – conclude il primo cittadino – è un elemento dell’ambiente costruito in fondamentale relazione con il paesaggio.
L’auspicabile diffusione del verde urbano, indicata anche da Agenda 21 e Carta di Aalborg, è un elemento di grande importanza ai fini del miglioramento della qualità della vita nelle città.

È però necessaria una valutazione attenta, al fine di migliorare la sua funzione e di favorire le modalità della sua gestione, oltre che per consentire una razionale pianificazione degli interventi di estensione delle aree verdi.

Per questo motivo al piano urbanistico comunale (Puc) stiamo affiancando funzionalmente anche Oasi Ecologiche e Parchi Urbani, la cui presenza produrrà un rilevante risparmio di denaro pubblico e renderà di fatto più fruibile il verde per i cittadini”.

Articoli correlati

Back to top button