Cronaca

Mercato San Severino, associazioni in prima linea per salvare l’ospedale

MERCATO SAN SEVERINO. Le associazioni scendono in campo per la difesa dell’Ospedale Fucito di Curteri di Mercato San Severino.

Lo scorso lunedì 13 novembre, infatti, si sono riunite per parlare e decidere la linea per far fronte comune e per presentare un documento da mandare poi in primis al governatore e poi a tutti gli enti preposti.

«In campo sanitario – dice il dottor Landi – si restringono i tempi e quindi le associazioni si riuniscono e per fine settimana formuleranno un documento da sottoporre alla osservazione del governatore .È a rischio l’attuazione prossima dell’atto aziendale per i seguenti motivi: il pronto soccorso con 4 posti di osservazione breve ma senza la presa in carico del paziente, la trasformazione della cardiologia in unità di Prevenzione con perdita dei connotati attuali di cura dell’acuto, la riduzione dei posti letto in medicina ed infine rete dell’infarto che bypassa il Fucito trasferendo i pazienti direttamente al Ruggi senza protocolli terapeutici obbligatori condivisi».

Questo secondo Landi, ex consigliere comunale del comune della Valle dell’Irno, comporta un aumento di ortalità sul territorio. «I cittadini non vogliono pagare altri tributi in campo sanitario – continua Landi – e pertanto in attesa di una stabilità politica locale invitano il governatore ad un confronto serio e rigoroso».

Articoli correlati

Back to top button