Cronaca

Michele e Giovanni, figli di Paola Larocca e Rodolfo Anastasio parlano alle telecamere di La Vita in Diretta: “Come faremo a perdonare papà”

Le parole piene di speranza di Michele e Giovanni

I figli di Paola Larocca e Rodolfo Anastasio, Michele e Giovanni, hanno parlato alle telecamere dello storico programma pomeridiano La Vita in Diretta, in onda su Rai1 e condotto da Alberto Matano. I due, sotto shock ancora per la tragedia avvenuta a San Mango Piemonte e che ha portato via la madre e il padre, hanno parlato di quello che è successo realmente quella maledetta mattinata del 16 novembre scorso.

Michele e Giovanni Anastasio a La Vita in Diretta

Alberto Matano apre il caso spiegando in diretta la vita e la tragedia vissuta dai due fratelli Michele e Giovanni. Dopo un mese i due riaprono il ristorante dei genitori ma, secondo quanto detto dal conduttore del programma, hanno un unico interrogativo: “Come faranno a perdonare il padre che li ha resi orfani?”. Poi manda il servizio della tragedia. Le telecamere di Ra1 ha visitato i due fratelli nel ristorante aperto da poco e li hanno intervistati.

A parlare sono i figli che hanno vissuto uno degli eventi più macabri della storia: “Rabbia, rabbia perché tu pensi, si poteva cambiare qualcosa? Potevi fare qualcosa di diverso? Ma cosa? Non è facile aprire la saracinesca a prima mattina e fare una giornata di lavoro. Ora sarà completamente diverso, per quello che è successo”, dice Giovanni. “È come se fosse ancora un sogno brutto. Diamo tempo al tempo, l’importante è ripartire.

“Un segnale forte di non fermarsi, di andare avanti. Di mostrare anche a noi stessi che ce la possiamo fare. Anche senza mamma e papà. Il ricordo di mamma è fondamentale anche nel continuare questo lavoro. Mia mamma era una forza della natura. Un fondamento di felicità, emozione e sorriso. Una gioia incredibile. La sento così vicino che io non provo rabbia. Solo perché lei mi ha insegnato ad essere così. Sono entrato io quando è successo. Infatti ho riportato una piccola ferita al dito perché ho disarmato io papà. Non sono io che devo perdonare mio padre perché non è compito mio. Il perdono non glielo darò io, lo darà Dio, o non so chi glielo darà” dice Michele.

Leggi anche: Una folla commossa per l’ultimo saluto a Paola: “Sarà l’angelo della vostra famiglia”

San Mango Piemonte, Paola Larocca uccisa da Rodolfo Anastasio: era tutto studiato

Titolare del ristorante pizzeria Pinocchio nei pressi di piazza della Concordia a Salerno, Rodolfo Anastasio ha fermato la sua auto sul cavalcavia. Ha usato una fune, legandola alla ringhiera per togliersi la vita, mentre la moglie era ancora viva, ma senza conoscenza.

Uno dei due figli della coppia, con l’aiuto di alcuni vicini di casa, ha portato la madre al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, ma la donna è morta poco dopo l’arrivo. Un omicidio-suicidio che ha lasciato sotto shock l’intera comunità. Rodolfo e Paola erano molto noti in città per via dello storico locale del centro cittadino. Inoltre, in molti hanno notato il corpo senza vita dell’uomo passando sotto al cavalcavia.


OMICIDIO SUICIDIO SAN MANGO PIEMONTE COSA è SUCCESSO 16 NOVEMBRE
La vittima del femminicidio

Il movente

Stando a quanto è stato raccontato dai familiari e da alcuni vivici di casa, sentiti dai carabinieri, il movente sarebbe di natura passionale. L’uomo, da qualche mese, dormiva in un bed and breakfast a Salerno, separato di fatto ma non giuridicamente con la moglie, sospettando che lei avesse una nuova relazione.

Ad ogni modo, allo stato attuale la procura di Salerno ha blindato qualsiasi informazione relativa al movente dell’omicidio-suicidio. I carabinieri sono al lavoro per ricostruire nel dettaglio la tragica vicenda che ha portato alla morte di marito e moglie. I due – nonostante la separazione – avevano un buon rapporto. Due figli di 29 e 32 anni, ogni mattina si vedevano per un un caffè prima che Rodolfo si prendesse cura dei cani e salutasse i figli. 

Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, l’uomo avrebbe organizzato il tutto nel dettaglio. Tutte le persone ascoltate dai carabinieri hanno confermato: Rodolfo era convinto che la donna avesse un altro uomo e questa cosa gli avrebbe fatto perdere lucidità.


omicidio-suicidio-san-mango-sfogo-rodolfo-anastasio
Paola Larocca con uno dei suoi figli

Il messaggio del figlio

Intanto, via social arriva il messaggio di G.A., uno dei due figli di Paola Larocca che su Facebook ha scritto: “Sei…sarai…e sei sempre stato il mio tutto…mamma ti amo…”.

Articoli correlati

Back to top button