7 milioni di euro per riparare la condotta del Faraone in CIlento: il progetto

La Regione Campania ha ricevuto tali fondi dall’Autorità nazionale di regolazione per energia reti e ambiente (Arera), saranno destinati 6.974.966 euro

Sette milioni di euro per la condotta idrica del Faraone e per l’adduzione nell’area del Monte Stella. La Regione Campania ha ricevuto tali fondi dall’Autorità nazionale di regolazione per energia reti e ambiente (Arera).

Al Cilento, e quindi a Consac gestioni idriche, saranno destinati 6.974.966 euro per “interventi di ristrutturazione e potenziamento del sistema di adduzione idrica dell’area del Cilento per l’Acquedotto del Faraone e per il potenziamento dell’adduzione dell’area del Monte Stella”.



I lavori

Gli interventi rientrano in un più ampio progetto elaborato da Consac da 26 milioni di euro. Da tempo, il Consorzio aveva lanciato l’allarme sullo stato di obsolescenza della condotta Faraone. Questa preleva le acque dalla sorgente denominata “Faraone”, percorre la valle del Mingardo fino a Palinuro dove si sdoppia in due adduttrici: una che prosegue in direzione del Golfo di Policastro; l’altra verso nord fino alla piana dell’Alento, per circa 70 km di lunghezza, servendo in tutto circa una ventina di comuni. «Lo stato della condotta – aveva riferito Consac già mesi fa – è tale che le interruzioni dovute a perdite saranno sempre più frequenti, improvvise ed inevitabili, e coinvolgeranno anche aree non particolarmente interessate, nel passato, da rotture».

L’esecuzione dei lavori consentirà di ridurre notevolmente il rischio di rotture con conseguente risparmio economico ed incremento dell’efficienza del servizio. Nell’ambito dello stesso progetto, verranno sostituite le principali apparecchiature elettromeccaniche e verrà realizzato un potabilizzatore nell’area del Monte Stella, nel territorio di Casal Velino, che andrà a servire la zona di Serramezzana, per dare acqua a tutto quel tratto costiero. Questo permetterà di evitare le ricorrenti crisi idriche che interessano gli abitanti di Pollica, San Mauro Cilento, Serramezzana e Montecorice. L’intervento durerà all’incirca 8 mesi. Sono stati chiesti alla Regione anche fondi per la sostituzione di un ulteriore tratto della Faraone, tra Roccagloriosa e Palinuro.

TAG