Cronaca

Minacciò di far esplodere la casa dei genitori, condannato

NOCERA INFERIORE. È stato condannato a un anno e sei mesi un 37enne accusato di tentata estorsione e danneggiamenti. L’uomo fu arrestato il 3 novembre 2017, dopo aver minacciato la sua famiglia e di far saltare una bombola di gas. Lo riporta il quotidiano Il Mattino.

L’arresto

La violenza nei riguardi dei familiari era quotidiana, con episodi pregressi avvenuti tra le mura di casa, tra minacce di morte, frasi intimidatorie e aggressioni fisiche, oltre che richieste di denaro.

Ma davanti al no dei genitori, il 37enne si trasformava in una furia, sfaciando mobili e suppellettili. Quel giorno di novembre, dopo il rifiuto della madre davanti all’ennesima richiesta di soldi, strappò la borsa dalla mano della donna.

La minaccia di far esplodere la casa

Quando il padre intervenne per sedare gli animi, il figlio prese a pugni il muro divisorio dell’appartamento, dove viveva la famiglia. Poi afferrò una bombola e cercò di far esplodere tutto lo stabile. Il pericolo fu evitato dall’intervento della polizia, che arrestarono il ragazzo in flagranza. Già con diversi precedenti, ieri è arrivata la condanna ad un anno e sei mesi di reclusione, con 700 euro di multa.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button