Cronaca

Minorenne detenuto tenta tre volte il suicidio: affidato a una comunità

SALERNO. Era detenuto in un carcere minorile e ha tentato tre volte il suicidio. Il minorenne è stato ora affidato a una comunità.

Affidato a una comunità il minorenne detenuto che aveva tentato tre volte il suicidio

Una storia particolare, trattata dal Tribunale per i Minorenni di Salerno. Un 15enne era detenuto in un istituto di pena minorile, con vari procedimenti a suo carico. Fragile psicologicamente, il ragazzo aveva tentato più volte di togliersi la vita, al punto che lo stesso Tribunale, su istanza degli avvocati, ne ha disposto l’affidamento a una comunità.

La storia è raccontata dal quotidiano Il Mattino. Una perizia ha evidenziato i problemi del ragazzo, che da oggi potrà essere seguito e sostenuto vivendo in una comunità, con la possibilità di studiare per conseguire la licenza media.

Il ragazzo, che non ha mai conosciuto il padre, era stato “pizzicato” varie volte a rubare. Finito inizialmente in comunità, era scappato e per questo, una volta rintracciato, era stato rinchiuso nel carcere di Nisida. Due tentativi di suicidio, poi finisce nel mirino per aver denunciato la presenza di droga e telefonini nell’istituto minorile: il rischio di subire ritorsioni porta al trasferimento prima nel carcere minorile di Airola, poi in una comunità a Torre Annunziata.

Un nuovo furto dopo un litigio durante una vacanza al mare e il nuovo arresto, con il trasferimento al carcere di Bari, dove il 15enne tenta di nuovo di togliersi la vita. Ora una nuova svolta, si spera definitivamente positiva.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button