Miracolo nel Cilento, giovane in gravissime condizioni salvato

coronavirus-vallo-della-lucania-positivi

Tragedia sfiorata nell'ospedale San Luca di Vallo della Lucania. Un giovane del Vallo di Diano è stato salvato grazie a un intervento innovativo eseguito dall'equipe del reparto di neurochirurgia

VALLO DELLA LUCANIA. Tragedia sfiorata nell’ospedale San Luca di Vallo della Lucania. Un giovane del Vallo di Diano è stato salvato grazie a un intervento innovativo eseguito dall’equipe del reparto di neurochirurgia, diretto dal dott. Giovanni Parbonetti.

Miracolo nel Cilento, giovane in gravissime condizioni salvato

Come racconta Il Mattino, il giovane è giunto nel nosocomio vallese in gravissime condizioni una ventina di giorni fa a seguito di un’emorragia cerebrale dovuta alla rottura di un aneurisma. Dopo un esame neuroradiologico che permetteva di individuare la fonte del sanguinamento, è stato sottoposto ad un delicatissimo intervento di clipping dell’aneurisma, cioè alla chiusura della fonte di sanguinamento.

Neuroradiologia, rianimazione e il blocco operatorio hanno fatto sì che il loro contributo fosse decisivo per il successo dell’intervento.

La buona sanità

La buona sanità non è solo un sogno. Questo è uno dei tanti casi che conferma la qualità delle prestazioni del plesso San Luca e le qualifiche del personale presente.

Continua Il Mattino, il direttore sanitario Adriano De Vita, esprime soddisfazione per la vicenda conclusasi in modo ottimale, ricordando che non è la prima volta che nel reparto di neurochirurgia si affrontano patologie così complesse, non solo in urgenza, anche in elezione.

Afferma De Vita: «Il reparto di Neurochirurgia sta dando seguito ad un nuovo corso con una vasta gamma di offerte terapeutiche ad un’utenza che spesso è fuori dei confini regionali e provinciali. Questo episodio è un esempio virtuoso di come professionalità e competenze concorrono in uno sforzo comune, la salvaguardia della salute dei cittadini cilentani».

TAG