Cronaca

A Salerno nuove misure di contenimento per il coronavirus, Napoli: “Serve senso civico”

Nuove misure di contenimento del coronavirus Salerno. Il sindaco Vincenzo Napoli ha emanato un avviso con ulteriori misure richiamando l’ordinanza dell’8 marzo del Presidente della Giunta Regionale della Campania Vincenzo De Luca e le “Indicazioni operative per i Comuni” dell’Unità di Crisi Regionale.

Le misure di contenimento del coronavirus Salerno

“Il Comune di Salerno, ai sensi delle indicazioni operative pervenute dalla Regione Campania, ha provveduto a metter in campo le iniziative necessarie per il controllo delle persone provenienti dalla cd Zona Rossa. – dichiara il sindaco NapoliSi raccomanda agli interessati lo scrupoloso rispetto delle prescrizioni contenute nel manifesto allegato.

È necessario in questo momento dare prova di responsabilità e senso civico a tutela della salute propria, dei propri cari e della collettività. Facendo ciascuno la propria parte, con calma e disciplina, sarà possibile tornare al più presto alla normalità”.

L’ordinanza regionale

Coloro i quali hanno fatto o faranno ingresso in regione Campania, con decorrenza dalla data del 7/03/2020 e fino al 3 aprile 2020, provenienti dalla Regione Lombardia e dalle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Verbano-Cusio-OssoIa, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia, hanno l’obbligo:

  •  di comunicare tale circostanza al Comune e al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta o all’operatore di sanità pubblica del servizio di sanità pubblica territorialmente competente;
  • di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo Io stato di isolamento per 14 giorni dall’arrivo con divieto di contatti sociali;
  • di osservare il divieto di spostamenti e viaggi;
  • di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza;
  • in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l’operatore di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione.

L’ordinanza del sindaco Napoli

Tutti gli individui che abbiano fatto ingresso, o faranno ingresso, in regione Campania dai territori di cui all’art. 1 del dpcm 8/3/2020, a partire dal 7/3/2020 e fino al 3/4/2020 hanno l’obbligo di:

  • comunicare tale circostanza al Comune e al medico di medicina generale o al pediatra di libera scelta o all’operatore di sanità pubblica territorialmente competente;
  • osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario per 14 giorni dall’arrivo, con divieto di contatti sociali;
  • divieto di spostamento e viaggi;
  • rimanere raggiungibile per l’eventuale attività di sorveglianza;
  • in caso di comparsa dei sintomi, avvisare immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o  operatore di sanità pubblica territorialmente competente.

È fatto, altresì, obbligo ai concessionari di servizi di trasporto aereo, ferroviario e autostradale di acquisire e fornire alle forze dell’ordine, e alla scrivente unità di crisi regionale, ai comuni e alle AA.SS.LL. I nominativi dei viaggiatori provenienti dalle aree di cui al DPCM 8/3/2020.
Il mancato rispetto degli obblighi di cui sopra è punito ai sensi dell’art. 650 c.p. , come previsto dall’art. 3, comma 4, del d.l.23/2/2020 n. 6.

 

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button