Senza categoria

Montecorvino Pugliano, chiesto rinvio a giudizio per la vecchia giunta Di Giorgio

MONTECORVINO PUGLIANO. Abuso d’ufficio e falsità ideologica commessa da Pubblico Ufficiale in atti pubblici. Con queste accuse la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per i membri della prima giunta Di Giorgio. Il sindaco deve rispondere, invece, solo di abuso d’ufficio.

I fatti risalgono al periodo tra il 9 gennaio 2009 ed il 31 dicembre 2010 quando l’amministrazione comunale guidata dal sindaco di Montecorvino Pugliano Domenico Di Giorgio, al suo primo mandato, doveva affidare, tramite concorso, l’incarico di Istruttore direttivo.

Ipotesi d’accusa di abuso d’ufficio anche per la dirigente comunale che, secondo la Procura, in qualità di responsabile del settore Avvocatura del Comune ed in concorso con l’ex giunta, avrebbe adottato diversi atti illegittimi nella selezione concorsuale. Secondo il Sostituto Procuratore Maria Chiara Minerva nell’attribuzione del punteggio fondato su criteri generici e poco trasparenti, avrebbe procurato all’avvocato C.I. un ingiusto vantaggio nella corrispondenza della mensilità.

Per i sei membri dell’esecutivo che devono rispondere anche di falsità ideologica, invece, i fatti risalgono alla delibera 239 del dicembre 2009, riguardante la proroga dell’incarico, fondata su una determina dirigenziale successiva. L’allora giunta dovrà presentarsi al Tribunale il prossimo 6 maggio per la prima udienza preliminare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button