Salerno War Cemetery, a Montecorvino Pugliano si terranno i Funerali di Stato per i due soldati inglesi

funerali-bara-bianca

Montecorvino Pugliano, presso il Salerno War Cemetery si terranno i funeralidei due soldati inglesi ritorvati dall’associazione Salerno 1943

Il 3 luiglio – alle ore 9.30 e presso il Salerno War Cemetery a Montecorvino Pugliano – si terranno i Funerali di Stato dei due soldati inglesi rinvenuti sulle colline di Giovi il 1° marzo dai volontari dell’Associazione “Salerno 1943”. Durante la cerimonia, inoltre, ci sarà la consegna al Ministero della Difesa britannico del braccialetto del magg. Brown.

Funerali di Stato per i due soldati inglesi

Sono ancora in corso le indagini per dare a loro un nome, durante la Seconda Guerra Mondiale, i militari inglesi indossavano un piastrino in cuoio che, purtroppo, si è logorato dopo anni di contatto col terreno.

Stando a quanto riportano le indiscrezioni, la responsabile del Casualty Centre Commemorations Team (JCCC), dott.ssa Nicola Nash, nonché membro del Ministero della Difesa britannico con il quale l’Associazione “Salerno 1943” collabora da tempo, non dispera per identificarli.

Grazie a questo importantissimo sodalizio tra Salerno e il Regno Unito, tramite la Procura della Repubblica e la Questura, un’equipe di medici legali inglesi è giunta presso il Capoluogo salernitano per ricomporre i miseri resti e prelevare, conseguentemente, i campioni del DNA necessari all’identificazione.

Secondo quanto riportano i dati ottenuti dall’esame, infatti, si è stabilito che si trattava di giovani fra i 18 e i 30 anni. Ora sarà necessario ritrovare i familiari di tutti i soldati dispersi appartenenti ai reparti che combatterono a Salerno al fine di effettuare un determinante confronto genetico.

È senza dubbio un lavoro difficile, ma non arduo, come dimostra il caso dei soldati Blackham e Rose, ritrovati da “Salerno 1943” nel 2014 e identificati proprio grazie alla comparazione del DNA.

Prenderanno parte ai solenni Funerali di Stato: le autorità ministeriali britanniche, le autorità italiane, il picchetto d’onore, i rappresentanti dei vari reparti che combatterono a Salerno e i volontari del sodalizio salernitano.

In questa grande occasione, l’Associazione “Salerno 1943” provvederà a consegnare a Nicola Nash il braccialetto del maggiore Robert Donald Brown, rinvenuto a distanza di qualche mese nella stessa zona del ritrovamento dei resti umani.

Su quell’importante monile di argento, vi è inciso quanto segue: “121662 R. Donald Brown Pres.”. Si tratta di una riproduzione civile presumibilmente collegato al proprietario da qualche familiare per ovviare alla facile deperibilità del piastrino di riconoscimento in cuoio.

Fino a questo momento, la “Salerno 1943” ha ricostruito le storie di centinaia di militari, ha identificato i crash site di circa 40 aerei ed ha ritrovato anche i resti di 8 soldati:

Militari inglesi

  • Ronald George Blackham
  • Raymond Frederick Rose
  • i due ignoti

Militari tedeschi

  • Alois Hayer
  • Wilhelm Hescnauer
  • Walter Prochel

TAG