Montecorvino Pugliano, marito cadde dal balcone e morì: la moglie chiede rito abbreviato

Cadde dal balcone e morì a Montecorvino Pugliano: una donna ha chiesto il rito abbreviato al processo che la vede indagata per la il decesso del marito

Cadde dal balcone e morì a Montecorvino Pugliano: una donna ha chiesto il rito abbreviato al processo che la vede indagata per la il decesso del marito.

Rito abbreviato per la moglie: prosegue il processo per il marito morto a Montecorvino Pugliano

Precipitò dalla finestra del bagno durante un litigio con la moglie. Ernesto Manzo 40 anni di Montecorvino Pugliano spirò dopo alcuni giorni nell’ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno.

La moglie, Marianna Imparato, successivamente iscritta nel registro degli indagati, il prossimo 29 ottobre comparirà dinanzi al giudice per le udienze preliminari del tribunale di Salerno Alfonso Scermino con l’accusa di omicidio preterintenzionale.

L’indagata pare abbia già espresso, attraverso l’avvocato difensore, la volontà di essere sottoposta al rito dell’abbreviato (rito che consente in caso di condanna uno sconto di pena di un terzo). Secondo il capo d’imputazione formulato dal pubblico ministero nel corso di una lite familiare , avvenuta il 15 marzo d e l 2017, la donna avrebbe percosso il coniuge ripetutamente facendolo indietreggiare verso la finestra del bagno della loro abitazione dalla quale Ernesto Manzo, dopo aver dato alcune testate all’indietro contro le imposte precipitò facendo un volo di oltre sei metri.

Nell’impatto con l’asfalto il 40enne ha battuto violentemente la testa. Soccorso, fu trasportato al pronto soccorso del Ruggi dove è rimasto ricoverato per alcuni giorni senza mai riprendere conoscenza. Il 21 marzo, il quadro clinico si aggravò ed i familiari del 40enne diedero l’autorizzazione all’espianto degli organi: fegato e reni.


Pina Ferro da Cronache

TAG