Cronaca

Montecorvino, operaio cade dal tetto e muore: non indossava il casco che poteva salvarlo

Operaio morto sul lavoro a Montecorvino Pugliano dopo caduta dal tetto di un capannone danneggiato da un incendio

Tragedia a Montecorvino Pugliano dove un operaio è morto sul lavoro. Il dramma si è consumato nella mattinata di giovedì 8 luglio, presso un capannone della Sabit. La vittima, è il 64enne Rocco Scalesi, residente a Salerno. La salma della vittima è stata liberata mentre sono in corso le indagini per appurare se le norme di sicurezza sono state rispettate.

Montecorvino Pugliano, operaio morto sul lavoro: si indaga

Erano le 10 circa quando gli operai di una ditta del posto stavano lavorando alla manutenzione del tetto del capannone adiacente a quello interessato dal rogo di fine marzo, anch’esso danneggiato dalle fiamme. La società proprietaria aveva infatti incaricato l’azienda di effettuare dei lavori per ripristinare il tetto. Durante queste operazioni un operaio salernitano di 64 anni è caduto, finendo al suolo dopo 10 metri.

Il decesso in ospedale

Soccorso in gravi condizioni, il 64enne è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Battipaglia dove è morto poco dopo. I carabinieri di Battipaglia hanno avviato le indagini e disposto il sequestro del capannone dove è intervenuta anche la sezione della Scientifica per i rilievi del caso.

Non aveva il casco che poteva salvarlo

Non indossava il casco protettivo quando precipitato da un’altezza superiore ai dieci metri. È quanto emerge dall’indagine dei carabinieri sull’infortunio sul lavoro della scorsa settimana avvenuto a Bivio Pratole di Montecorvino Pugliano. Al momento – come riporta anche l’odierna edizione de Il Mattino – non sono stati emessi avvisi di garanzia ma gli investigatori hanno effettuato altri controlli nel capannone di proprietà della famiglia Cincotti, nel complesso industriale a ridosso della statale 18.

Articoli correlati

Back to top button