Montecorvino Rovella, bracconaggio con armi assemblabili: arrestata una guardia volontaria venatoria

fucile

Una guardia volontaria venatoria è stata arrestata per bracconaggio a Montecorvino Rovella: utilizzava armi assemblabili poi sequestrate

Una guardia volontaria venatoria è stata arrestata per bracconaggio a Montecorvino Rovella: utilizzava armi assemblabili.

Arrestata guarda volontaria venatorio: il paradosso a Montecorvino Rovella

Un uomo di 61 anni è stato arrestato a Montecorvino Rovella perché scoperto in possesso di alcune armi considerate pericolose, soprattutto perché sono risultate assemblabili. Le armi erano nascoste all’interno di un casolare.

È scattato il sequestro da parte dei carabinieri della locale stazione ai danni di un bracciante agricolo che, paradossalmente, vanta la qualifica di guardia volontaria venatoria, il cui scopo è quello di fermare i cacciatori non in regola.

Il sequestro e l’arresto sono scattatati nonostante l’uomo fosse titolare di porto d’armi. Le armi erano state nascoste in un sacco di plastica e i militari hanno scoperto che era possibile montarle, quindi erano divise in pezzi. Ancora ignota risulta la provenienza delle armi ma resta il fatto che l’uomo non le ha mai dichiarata.

Dopo l’arresto, gli stessi carabinieri hanno chiesto che il titolo di guardia volontaria venatoria venisse ritirata all’uomo essendo il primo a ritrovarsi coinvolto in un’opera di bracconaggio.

Questa mattina è stato convalidato l’arresto ma l’uomo è stato rimesso in libertà essendo incensurato.

 

 

TAG