Montecorvino Rovella, cani uccisi dai bracconieri: indagano carabinieri e Legambiente

fucile

Cani uccisi a colpi di fucile a Montecorvino Rovella: i carabinieri e Legambiente pensano che sia opera dei bracconieri, forse infastiditi dai quattro zampe

Cani uccisi a colpi di fucile a Montecorvino Rovella: i carabinieri e Legambiente pensano che sia opera dei bracconieri, forse infastiditi dai quattro zampe.

Si indaga sul caso dei cani uccisi a colpi di fucile

I carabinieri di Montecorvino Rovella, insieme agli esponenti locali di Legambiente, stanno indagando su quello che può definirsi un vero e proprio giallo: da un po’ di tempo, nelle aree destinate alla caccia, sono stati trovati diversi cani uccisi a colpi di fucile.

Essendo molto vivo il fenomeno del bracconaggio e della caccia illegale, specie con armi non a norma e fuori stagione, i militari non hanno escluso che i responsabili possano essere dei bracconieri infastiditi dai cani che vagano in giro per Montecorvino Rovella.

Ciò che lascia perplessi carabinieri e Legambiente è comunque l’individuazione di una reale motivazione che possa portare tali soggetti a uccidere i cani. Da diverso tempo, numerose sono state le operazioni che hanno portato all’arresto di diversi bracconieri e al sequestro di armi illegali.

TAG