Cronaca

Montecorvino Rovella nei giorni dell’emergenza coronavirus: controlli e strade deserte

Montecorvino Rovella nei giorni dell’emergenza coronavirus: strade deserte, posti di blocco dei Carabinieri e cittadini controllati per ogni spostamento.

Emergenza coronavirus a Montecorvino Rovella: la situazione

Montecorvino Rovella è una città spettrale: lungo le strade che portano fuori dal paese ci sono i posti di blocco, con i Carabinieri che chiedono ai cittadini le ragioni dei loro spostamenti e, se si tratta si percorsi verso altri Comuni, richiedono l’autocertificazione.

Controlli

Posti di blocco in località Macchia, all’altezza del supermercato Conad, con i Carabinieri che controllano gli ingressi nell’esercizio.

I supermercati

Stessa situazione davanti al Deco’, a Ponte Mileo, e davanti all’ufficio postale, nei pressi di Piazza Budetta. Da qui passano, necessariamente, le persone che devono recarsi alla farmacia di fronte alla sede del Comune e verso un altro supermercato, collocato all’inizio della strada che porta a Giffoni Valle Piana.

Strade deserte

Nessuno in strada, le persone sembrano aver capito che questa volta si fa sul serio: nessuno sta provando a fare il furbo e tutti stanno rispettando le regole. Si spera che anche nelle altre zone stiano facendo lo stesso.

Articoli correlati

Back to top button