CronacaPolitica

Montecorvino Rovella, l'ex sindaco D'Aiutolo: «Il Comune va sciolto»

MONTECORVINO ROVELLA. Il Consiglio comunale di Montecorvino Rovella ha approvato il bilancio di previsione. Non sono mancate, però, le critiche. In particolare, l’ex sindaco Giuseppe D’Aiutolo ha chiesto al presidente del Consiglio comunale di ritirare tutti gli argomenti posti all’ordine del giorno perché gli atti sarebbero illegittimi e andrebbero in contrasto con l’articolo 70 del regolamento comunale.

«il consiglio doveva deliberare necessariamente entro lo scorso 30 aprile sul mantenimento di eventuali maggiorazione Tasi e le tariffe della Tari» spiega l’ex primo citadino. «Sono certo – ha ribadito l’ex sindaco – che il prefetto e il ministero degli Interni, attiveranno in tempi brevi, tutte le procedure per scogliere il Consiglio comunale e manderanno a casa quest’Amministrazione».

La minoranza ha abbandonato l’aula per protesta. Intanto l’assessore al Bilancio, Antonio Arminio prova a minimizzare: «È un’opinione delle opposizioni mettere in discussione gli atti della maggioranza, abbiamo rispettato i parametri ed abbiamo agito nella massima trasparenza e soprattutto nella piena osservanza della legalità».

Fonte: La Città

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button