Cronaca

Morì dopo un intervento al femore, medici del Ruggi assolti

I medici dell’ospedale Ruggi che ebbero in cura Antonia Avallone, non sono ritenuti responsabili della morte della donna avvenuta nell’agosto del 2012 in seguito all’intervento al femore.

Medici del Ruggi assolti

Sono stati asssolti, perchè il fatto non sussiste, i medici Antonino Valente, Dario Caputo e Pasquale Palumbo. La sentenza è stata emessa dal giudice monocratico della seconda sezione penale Enrichetta Cioffi del Tribunale di Salerno.

L’episodio

La donna era stata operata al femore sinistro in seguito ad una frattura: secondo le accuse, Valente come direttore del reparto di ortopedia dell’azienda universitaria ospedaliera di Salerno e Caputo direttore del reparto di medicina generale, avevano autorizzato le dimissioni della paziente omettendo di indicare e prescrivere specifiche indagini che avrebbero diagnosticato l’infezione della ferita. Mentre Palumbo, medico responsabile del centro Siria, accettava la paziente con una feritachirurgica infetta, in ambienti non idonei quindi alla prosecuzione delle cure. Questo fino alle indagini preliminari, ma in dibattimento – attraverso prove a discarico – si è chiarita la non responsabilità dei sanitari che ebbero in cura la donna. E, così, è stata emessa sentenza di assoluzione perchè il fatto non sussiste a carico di tutti e tre i medici.

Articoli correlati

Back to top button