Cronaca

Morte di Simon Gautier, indagini chiuse: la Procura ha archiviato l’inchiesta

Il tribunale di Vallo della Lucania ha respinto la richiesta di opposizione della famiglia

Morte Simon Gautier, archiviata l’inchiesta da parte della Procura di Vallo della Lucania: i giudici hanno respinto la richiesta di opposizione avanzata dalla famiglia dell’escursionista francese, morto dopo essere precipitato in un burrone il 9 agosto del 2019, nel Cilento.

Morte Simon Gautier: archiviata l’inchiesta

L’inchiesta per la morte del turista francese Simon Gautier è stava definitivamente archiviata: la Procura di Vallo della Lucania ha archiviato definitivamente le indagini sul decesso del giovane francese, precipitato nei pressi del pianoro di Ciolandrea, nel Comune di San Giovanni a Piro.

La richiesta della famiglia

Secondo il legale della famiglia, Maurizio Sica, il giovane turista francese, poteva essere salvato se le informazioni che aveva fornito Simon fossero state lette correttamente, e aveva avanzato richiesta di opposizione ad una prima ipotesi di archiviazione.

La prima chiamata

Il legale, per avallare le sue affermazioni, aveva inserito su Google i dati forniti dal ragazzo durante il primo sos (“sono caduto, vedo il mare, su una salita, una scalata, c’è un’altezza, sono partito stamattina da Policastro, volevo tornare a Napoli… a piedi… e ho perso il sentiero”) ed aveva ottenuto una serie di informazioni utili circa i sentieri che il giovane avrebbe potuto percorrere.

Soccorsi tardivi

Simon, in base a dove si trovava, sarebbe potuto partire da Policastro, muovendosi verso Napoli. Le notizie fornite nell’immediato, dunque, erano sufficienti per poterlo individuare in tempo, cosa che non avvenne.

 

Articoli correlati

Back to top button