Cronaca
Trending

Ucciso l’ambasciatore del Congo, Luca Attanasio la scorsa estate visitò il Cilento

Morto ambasciatore italiano del Congo in seguito a un attacco. La scorsa estate visitò il Cilento

Luca Attanasio, ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo è morto in un attacco a un convoglio delle Nazioni Unite nel Congo orientale. A rendere nota la notizia, è stato un portavoce del Parco nazionale di Virunga. È stato anche reso noto che l’attacco faceva parte di un tentativo di rapire il personale delle Nazioni Unite. Durante l’assalto è stato ucciso anche un carabiniere. Attanasio la scorsa estate visitò il Cilento: era rimasto particolarmente colpito dalle bellezze del territorio.

Morto Luca Attanasio, ambasciatore italiano del Congo: la scorsa estate il viaggio in Cilento

Come scrive anche Infocilento, Luca Attanasio era un amante del Cilento. Lo aveva visitato la scorsa estate in compagnia di sua moglie, Zakya Seddiki. Il tutto grazie a due amici di vecchia data: Gianfranco Bruno, un ragazzo di Laurino, e Giuseppe Di Pasca, originario di Bellosguardo. Attanasio nel suo viaggio visitò Laurino, Trentinara e Camerota.

Chi era l’ambasciatore italiano Luca Attanasio

Nato nella provincia di Milano, 43 anni, laureato con lode all’Università Commerciale Luigi Bocconi (2001), dopo un breve percorso professionale nella consulenza aziendale ed un Master in Politica Internazionale, Luca Attanasio intraprende la carriera diplomatica (2003). Alla Farnesina viene assegnato alla direzione per gli Affari Economici, Ufficio sostegno alle imprese, poi alla segreteria della direzione generale per l’Africa. Successivamente è vice capo segreteria del sottosegretario di Stato con delega per l’Africa e la Cooperazione Internazionale (2004).


FONTE E FOTO: INFOCILENTO 

Articoli correlati

Back to top button