Cronaca

Crescenzo ucciso da un masso al ‘Ciclope’, condanna bis per il titolare della discoteca

Nuova condanna per il titolare del Ciclope, la discoteca di Marina di Camerota dove, nella notte tra il 10 ed 11 agosto 2015, morì il 27enne Crescenzo Della Ragione a causa del crollo di un masso staccatosi dal costone che sovrasta il locale come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Morto al Ciclope, condanna bis per il titolare della discoteca

Nelle scorse ore, infatti, i giudici della Corte di appello di Salerno hanno confermato la sentenza inflitta in primo grado a due anni e mezzo per omicidio colposo. Il giovane, che viveva a Giugliano in Campania, fu colpito alla testa da un grosso pezzo di roccia, caduto da un’altezza di circa 60 metri, a seguito di un violento.

Redazione L'Occhio di Salerno

Redazione L'Occhio di Salerno: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio