Senza categoria

Multe con l’autovelox: primi ricorsi al Giudice di pace

AGROPOLI. Fissata per il  16 marzo la trattazione da parte del Giudice di pace di Agropoli dei primi ricorsi contro i verbali al Codice della strada elevati per mezzo dell’autovelox piazzato sulla Cilentana tra le uscite Agropoli nord e sud.

Sono 25 le persone che, al momento, hanno proposto ricorso per annullare le multe. È più che probabile che i ricorsi puntino a sottolineare quanto contestato fin dall’inizio dai legali che si stanno occupando della vicenda autovelox, Giuseppe Russo, dell’associazione Noi consumatori e Giovanni Basile dell’associazione Camelot.

In particolare: la «violazione della circolare Maroni del 14 agosto 2009 la quale vieta che la società che gestisce l’autovelox sia pagata a percentuale»; «mancata autorizzazione dell’ente proprietario della strada (Provincia)» e «mancata autorizzazione prefettizia»; «taratura»; «segnaletica non a norma».

La giunta ha conferito incarico di difesa del Comune al personale di categoria “D” della Polizia Locale di Agropoli che provvederà al deposito e adempimenti degli atti di causa, comparendo in giudizio. In molti casi i ricorrenti hanno contestato più verbali e qualora il giudice dovesse rigettare la loro richiesta potranno fare ricorso al prefetto.

È a quest’ultimo che sono stati indirizzati la maggior parte dei verbali, e che per questo motivo si trova da mesi oberato di lavoro per cercare di dare risposta ai ricorrenti che ammontano a circa 3.500.

Una minima percentuale se si considera che i verbali contestati sono pari a circa 48.500 per un introito stimato per le casse dell’Ente pari a circa 7 milioni di euro.

Articoli correlati

Back to top button