MusicaOcchio all'underground

Musica Underground, i Discoforticut si presentano

Torna “Musica Underground”, la rubrica de L’occhio di Salerno che collega la nostra Provincia a una fitta rete di artisti emergenti della scena musicale contemporanea.

Protagonisti della puntata di oggi sono i Discoforticut, band torinese al suo esordio discografico con “Femmes”. Il progetto “Discoforticut” nasce nella primavera del 2013, dall’incontro-scontro di tre diverse realtà artistiche: Discoforgia (produttore di musica elettronica), Ut! (polistrumentista e videomaker documentarista ligure) e Ortiche (regista di videoclip musicali e documentari).

Synth analogici, strumenti inusuali, campioni vocali ripescati da vecchi dischi anni’80, suoni etnici e ricercati: questa è la ricetta alla base di “Femmes”, un disco capace di proiettarvi in una dimensione parallela, un non-luogo a metà strada tra una jungla elettrificata e il divano di casa vostra.

«Femmes sono i posti che non vedrai mai, le donne che non incontrerai, la sabbia che non ti entrerà negli occhi, le spezie che non assaggerai ed i fiumi in cui non scivolerai»: così i Discoforticut definiscono il loro debut-album, che trova nell’oscura ed ipnotica ‘Justine’ la sua punta di diamante, seguita immediatamente dalla piacevolissima ‘Girls of Summer’: il brano spartiacque del disco, capace di arricchire con sfumature acustiche la dimensione più ambient proposta nella prima parte del lavoro. I Discoforticut partono da un singolo punto, da una piccola scintilla musicale, e riescono a svilupparne le diverse possibilità che ne scaturiscono.

“Femmes” è un disco dalle molteplici sfaccettature, ma legato dallo stesso filo conduttore, dalla stessa ricerca meticolosa verso un certo tipo di sonorità che ricorda in più punti “Night Vision”, l’ultimo lavoro di Populous. Occhio all’album, insomma: “Femmes” è davvero un bell’esordio!

Articoli correlati

Back to top button