Senza categoria

Narcos 3 – Episodio 2: Il KGB di Cali

Il KGB di Cali

  • Titolo originale: The Cali KGB
  • Scritto da: Carlo Bernard, Doug Miro e Eric Newman
  • Diretto da: Andrés Baiz

Trama

David Rodríguez, il focoso e perfido figlio di Miguel, insieme ai suoi uomini, svuota nottetempo in un tombino numerose bombole di gas di cloro, al fine di poterle utilizzare per il contrabbando di cocaina, poiché i camion che trasportavano gas non venivano infatti controllati dai doganieri. Il leader del Cartello di Norte del Valle, Orlando Henao, si reca da Gilberto Rodríguez per ribadire fedeltà al cartello di Cali in seguito al brutale assassinio di Claudio Salazar.

Gilberto tuttavia sa che la famiglia di Salazar non tarderà a vendicarsi nei confronti di Pacho e pianifica di mandare quest’ultimo in Messico per qualche tempo. A seguito dello smascheramento dell’infiltrato della DEA alla festa del Cartello (episodio che lo stesso Cartello mette in risalto sui quotidiani del Paese al fine di screditare l’antidroga americana), le autorità colombiane invitano l’agenzia statunitense ad evitare ulteriori ingerenze.

Un evento inaspettato tuttavia sembra rovinare i piani dei padrini di Cali: il gas di cloro che David e i suoi uomini avevano illecitamente smaltito nel sottosuolo è in seguito entrato nelle case dell’intero quartiere di Yumbo attraverso le condutture, intossicando migliaia di persone e causando quattro morti, dei quali tre bambini. Gilberto va su tutte le furie: se venisse alla luce che la tragedia è stata causata da uomini del Cartello, le autorità colombiane sarebbero costrette ad iniziare una vera e propria guerra nei suoi confronti facendo saltare la trattativa.

Jorge Salcedo intanto fa progetti per la nuova vita che inizierà dopo lo scioglimento del Cartello, pianificando di costruire una grande casa per sé e la sua famiglia. La moglie Paola, tuttavia, non si fa contagiare dal suo entusiasmo: secondo la sua opinione, una volta che si accetta di avere a che fare con certa gente, è poi molto difficile uscirne.

Negli uffici della DEA di Bogotà uno sfiduciato e inacidito Peña si confronta con l’entusiasmo di un giovane agente, Chris Feistl, che ha scoperto alcune evidenze documentali che potrebbero mettere il Cartello in relazione col riciclaggio di denaro e di conseguenza produrre un capo d’accusa sufficiente per poter procedere all’arresto dei padrini di Cali. Peña tuttavia lo scoraggia immediatamente: Washington non sembra avere intenzione di inimicarsi il governo colombiano e pertanto al momento non perseguirà i capi del Cartello.

La priorità del Cartello è adesso quella di impedire che l’ispettore a capo delle indagini sulla tragedia di Yumbo scopra la reale origine della stessa. Dal momento che, a causa di alcuni indizi lasciati sul luogo del misfatto dagli uomini di David, questa eventualità è tutt’altro che remota, la preoccupazione dei padrini è in realtà quella di impedire che l’ispettore porti la verità a conoscenza dell’opinione pubblica.

Jorge Salcedo si incarica perciò di scandagliare a fondo la vita privata dell’ispettore (servendosi dei numerosissimi uomini a libro paga del Cartello) per trovare qualcosa che lo renda ricattabile. L’ispettore si rivela uomo integerrimo e moralmente inattaccabile ma la stessa cosa non si può dire per la moglie: Salcedo scopre agevolmente che quest’ultima ha una relazione extra-matrimoniale e ne filma tutte le evidenze.

Intanto, a New York, Chepe Santacruz deve fronteggiare un problema: il suo fornitore di etere, composto essenziale per la produzione di cocaina, non può esaudire completamente le sue richieste perché in città vi è una nuova organizzazione criminale, composta perlopiù da giovani dominicani, che è entrata massivamente nel business della fabbricazione di stupefacenti. Salcedo si reca dall’ispettore del governo minacciando di rendere pubblico il video che documenta l’amplesso extra-coniugale della sua consorte qualora egli dovesse dichiarare la verità sui fatti di Yumbo all’opinione pubblica. Don Miguel Rodríguez fa rapire María Salazar, ex-moglie del defunto Claudio, dal suo fido tirapiedi Navegante. Il boss rivela quindi alla ragazza che il marito è stato assassinato e che da allora in poi si occuperà egli stesso di lei e di suo figlio, offrendole di fatto una vita agiata al suo fianco.

Chepe si reca a far visita alla gang dominicana, il cui quartier generale è un salone di bellezza nel Queens. Nel corso di una sequenza memorabile, il narcotrafficante colombiano trucida i rivali caraibici eliminando in questo modo la concorrenza sulla piazza di New York.

A Gilberto Rodríguez è intanto tornato il buonumore poiché, nel corso del telegiornale serale, l’ispettore del governo annuncia al popolo colombiano che le indagini sulla tragedia di Yumbo evidenziarono che si trattò di un incidente la cui responsabilità è da attribuire unicamente alla negligenza nella corretta manutenzione delle condutture del gas. Per l’agente Javier Peña tutto ciò è decisamente troppo: in barba ai consigli ricevuti dall’ambasciatore statunitense e dal collega della CIA Stechner, scenderà personalmente in campo per muovere guerra ai padrini del Cartello.


La puntata in streaming gratis

OpenLoad (HD)StreamGoTurbovid

OpenLoad

Openload – Wstream – Streamango – Kingvid – Flashx – Rockfile – Rapidgator – Backin


Narcos in streaming gratis: tutti gli episodi della prima serie


Narcos in streaming gratis: tutti gli episodi della seconda serie


Narcos in streaming gratis: tutti gli episodi della terza serie

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button