Cronaca

Neonata lanciata dalla finestra a Roccapiemonte, a rischio la potestà dei genitori sull’altro figlio

Rischiano la potestà sull'altro figlio i genitori di Maria, la neonata lanciata dalla finestra a Roccapiemonte lo scorso 2 settembre

Rischiano la potestà sull’altro figlio i genitori di Maria, la neonata lanciata dalla finestra a Roccapiemonte lo scorso 2 settembre. È quanto avrebbe chiesto la Procura dei minori.

Neonata lanciata dalla finestra a Roccapiemonte: a rischio la potestà dei genitori

Come riporta anche l’odierna edizione de Le Cronache, la madre e il padre affronteranno l’udienza preliminare e potrebbero rischiare di perdere la potestà sull’altro figlio. I giudici si riservano la decisione dopo le audizioni di madre, padre e dello stesso ragazzino sentito tempo fa in località protetta. Le contestazioni sono di omicidio volontario in concorso per entrambi gli indagati.

Che cos’è la potestà genitoriale 

La responsabilità genitoriale, o potestà genitoriale, è la responsabilità che i genitori hanno nei confronti dei figli e costituisce il diritto-dovere all’istruzione, all’educazione e al mantenimento, che si esauriscono col raggiungimento della maggiore età e dell’indipendenza economica da parte del figlio.

I precedenti sul caso della neonata uccisa a Roccapiemonte

Era il 2 settembre del 2020 quando il corpicino della piccola Maria fu trovato su di una siepe interna ad una palazzina di via Roma. Dai rilievi medici, la bimba avrebbe vissuto – subito dopo il parto – non più di un’ora. A lanciare la neonata. La causa del decesso fu associata ad un trauma cranico, dovuto all’impatto con il suolo. I carabinieri del Ris, dopo qualche giorno, avviarono una serie di indagini all’interno dell’appartamento, analizzando anche i veicoli nelle disponibilità della coppia.

Articoli correlati

Back to top button