Cronaca

Nino Rocco, disperso sulle montagne. L'appello delle figlie: «È vivo, aiutateci»

OLEVANO SUL TUSCIANO. I familiari del 64enne Nino Rocco, scomparso sulle montagne di Senerchia, dopo una scampagnata con due amici alla ricerca di funghi, lanciano un appello: «È vivo, aiutateci». Nella giornata di ieri, una delle figlie, Arianna, ha creato una pagina facebook che ha ricevuto subito numerosi seguaci, disposti a dare una mano alla famiglia Rocco.

«Ciao, io sono Arianna, l’ultima di quattro figli di Antonio Rocco, Nino per gli amici. Venerdì scorso, 8 luglio 2016, il mio papà è scomparso sulle montagne di Senerchia (Avellino, Oasi della caccia). Era andato con due suoi amici alla ricerca di funghi e dal pomeriggio di quel giorno non si hanno più sue notizie. Nell’ultimo contatto telefonico, ha indicato chiaramente il luogo in cui si trovava.

Le ricerche sono andate avanti per giorni per mano del Soccorso Alpino Speleologico, della Protezione Civile, della Croce Rossa, dei Carabinieri e anche di tantissimi volontari locali che hanno dato un’immenso contributo. Purtroppo questo dispiegamento di forze a cui sono grata anche a nome della mia famiglia non ha ancora prodotto alcun risultato e il mio papà è ancora disperso. Mi rivolgo a tutti quelli che possono darci supporto e hanno gli strumenti per farlo di aiutarci a non interrompere le ricerche e a riportarlo a casa dalla sua famiglia che lo ama» questo l’appello della figlia. I cercatori, sono convinti che oramai non ci sia più nulla da fare. Non sono dello stesso avviso i parenti di Nino.

Articoli correlati

Back to top button