Nocera, agitazione dei lavoratori di Villa dei Fiori: famiglie disperate per lo stop alla riabilitazione

villa-dei-fiori-nocera

Nocera, stato di agitazione dei lavoratori di Villa dei Fiori. Secondo i sindacati «il risultato di tutto questo è la disperazione delle famiglie di malati»

Nocera, stato di agitazione dei lavoratori di Villa dei Fiori. Secondo i sindacati «il risultato di tutto questo è la disperazione delle famiglie di malati che non possono curarsi e delle famiglie dei lavoratori che si troveranno nel baratro della disoccupazione».

Nocera, agitazione dei lavoratori di Villa dei Fiori

I rappresentanti dei lavoratori riferiscono di «un’azione che noi giudichiamo illegittima e senza ragioni del Distretto 60 contro Villa dei Fiori. Un’azione che non è stata messa in atto in nessun altro distretto». Nella nota di denuncia si sottolinea come «120 pazienti da mesi sono in attesa del solo nulla osta amministrativo dopo aver fatto tutti gli infiniti passaggi per ottenere le cure riabilitative che gli ha prescritto il medico della Asl. Ma il Distretto di Nocera Inferiore non concede il via libera alle cure».

«Alle persone più vulnerabili viene impedito di essere curate, ai lavoratori di curarle. Negando le autorizzazioni si negano salute e ripresa economica. Il tutto con motivazioni assurde, come quella di un impossibile superamento del tetto di spesa annuo già a febbraio (per di più ignorando l’emergenza Covid con la chiusura del Centro e la produttività crollata) o cavilli burocratici inesistenti. Tutto in una Asl che, nonostante per la riabilitazione riceva 5 milioni in meno di quelli che dovrebbe avere per essere nella media regionale, nei primi due mesi dell’anno (cioè prima del Covid 19) non avendo autorizzato le terapie ha lasciato inutilizzati ben due milioni di euro sulla proiezione annuale del tetto di spesa».

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG