Cronaca

Nocera Inferiore, palpeggia la figlia nelle parti intime: padre indagato

Avrebbe abusato in più occasioni della figlia, ora è indagato per violenza sessuale. E il tribunale dei Minori gli sospende la potestà genitoriale. L’indagato è un uomo di 46 anni di Sarno, accusato di aver abusato, con palpeggiamenti, della figlia di 10 anni, tra l’estate del 2018 e l’inizio del 2019.

Palpeggia la figlia nelle parti intime

Una serie di episodi raccontati e confermati per due volte dalla minore, prima ai carabinieri poi in un incidente probatorio un paio di mesi fa, dinanzi al gip del tribunale di Nocera Inferiore. La famiglia della piccola è assistita dall’avvocato Carmelina Maiorino. L’inchiesta è scattata dopo la segnalazione della madre di un’amica della presunta vittima, che aveva notato strani atteggiamenti nei suoi riguardi. Circostanza che l’aveva poi spinta a riferire tutto alla madre della minore, fino alla denuncia.

I racconti della figlia

La bimba avrebbe riferito di alcuni comportamenti del padre, che l’avrebbero traumatizzata – secondo una prima consulenza redatta da uno psicologo – e messa a disagio. La madre sarebbe riuscita a farsi raccontare tutto, con dettagli legati alla sfera intima che avrebbe caratterizzato il rapporto quotidiano tra la piccola e il padre, con la decisione poi di denunciare tutto ai carabinieri.

Le accuse

Le accuse parlano di palpeggiamenti, descritti con lucidità dalla minore in un’audizione protetta, seguita da uno psicologo che raccoglieva le domande degli avvocati e del gip. Aiutandosi anche con disegni, la minore avrebbe delineato i contorni di alcuni momenti con il padre, come dormire insieme. Ma anche abbracci e atteggiamenti che, secondo l’ipotesi accusatoria, avrebbero avuto tutt’altro scopo. La piccola, colpita da un forte stato d’ansia, ha rifiutato poi di rivedere il padre, dopo la denuncia sporta dalla madre. Un contributo alle indagini lo avrebbero fornito i servizi sociali, con elementi utili sulla condizione della minore. La procura di Nocera Inferiore ha acquisito da poco il responso dei consulenti presenti all’incidente probatorio chiesto per congelare le accuse nei confronti dell’uomo – che hanno dichiarato la piccola attendibile. Il padre, indagato, rischia un processo per violenza sessuale aggravata su minore.

Articoli correlati

Back to top button