Cronaca

Nocera Inferiore: bimbo in ospedale con tracce di droga nelle urine

Dalle urine sono state trovate tracce di cannabinoidi e di benzodiazepine

Attimi di tensione all’ospedale di Nocera Inferiore dove sabato è stato ricoverato un bambino di appena un anno in preda ad una crisi epilettica. I medici sono immediatamente intervenuti cercando di fermare la crisi senza, però, ottenere risultati immediati. I pediatri dell’Umberto I, insospettiti dall’insolita crisi epilettica, hanno deciso di approfondire con una serie di esami. Dalle urine sono state trovate tracce di cannabinoidi e di benzodiazepine, alcune droghe spesso usate in combinazione. 

Droga nelle urine di un bambino di un anno

A quel punto i medici hanno allertato i carabinieri e i Servizi Sociali del Comune di Angri. Si è scoperto che i due genitori, entrambi 30enni, hanno 7 figli e il bambino ricoverato in ospedale è l’ultimo nato. Il nucleo familiare è seguito dai Servizi Sociali dell’Agro nocerino proprio perché famiglia numerosa e in assenza di un reddito certo. Sembra che il padre sia tossicodipendente. I carabinieri sono al lavoro per capire come il bambino sia venuto a contatto con la droga. In un primo momento si era pensato al latte materno, ma il piccolo non viene allattato. La madre avrebbe anche dichiarato di non assumere sostanze stupefacenti

Le ipotesi

Probabilmente il bambino ha trovato tracce di droga in casa e le ha ingoiate. Un’assunzione accidentale di stupefacenti. In un organismo delicato come quello di un bambino le sostanze stupefacenti provocano effetti immediati e devastanti. I carabinieri hanno ascoltato i genitori per ricostruire nei dettagli la vicenda. Nelle prossime ore potrebbero inviare un’informativa su quanto accaduto alla Procura della Repubblica di Nocera che a quel punto potrebbe iscrivere nel registro degli indagati i due genitori. Il bambino al momento sta bene ed è sotto osservazione nel reparto di pediatria diretto dal medico Ignazio Franzese. 

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button