Cronaca
Trending

La forza della vita, mamma e figlia salvate a Nocera si riabbracciano dopo 9 mesi

Mamma e figlia salvate a Nocera si riabbracciano dopo 9 mesi: la storia

Una storia commovente quella che arriva dall’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. Mamma e figlia salvate al nosocomio, si riabbracciano dopo 9 mesi. Un racconto pieno di gioia e di speranza.

Nocera Inferiore, mamma e figlia salvate si riabbracciano dopo 9 mesi

La bimba si chiama Vittoria. Il nome era stato già scelto 9 mesi fa. Ma nessuno immaginava che quel nome sarebbe diventato simbolo una vicenda. Ieri pomeriggio, 15 gennaio, la piccola ha lasciato il reparto di Terapia intensiva neonatale. La bambina era entrata il giorno della sua nascita, avvenuta il 23 aprile del 2020. A riportare la notizia è “Telenuova”.

Sua mamma, una donna di 35 anni era arrivata al nosocomio nocerino dall’ospedale di Sorrento, in coma a causa di una emorragia cerebrale. Una situazione davvero molto complicata ed appesa ad un filo. I medici hanno spiegato che ad un certo punto, hanno avuto il timore di “dover scegliere se salvare l’una o l’altra”.  Ma alla fine sono riusciti a salvare entrambe.

L’intervento

In un primo momento sono intervenuti i neurochirurghi che hanno effettuato un delicatissimo intervento al cranio per ridurre l’ematoma, poi i ginecologi hanno fatto nascere la bambina con un parto cesareo.

La bimba è nata prematura di 26 settimane ed è stata affidata alla terapia intensiva neonatale. Ieri, dopo 9 lunghi mesi di attesa, mamma e figlia si sono finalmente abbracciate. La piccola è tornata a casa dove ad attenderla c’era la sua mamma, da poco dimessa dal Centro specializzato per risvegli dal coma. Una storia commovente, che tocca l’animo di tutti. La forza della vita supera anche gli ostacoli che sembrano insormontabili.


FONTE E FOTO: TELENUOVA

Articoli correlati

Back to top button