Cronaca

Nocera Inferiore, omicidio Dario Ferrara: i testimoni non ricordano nulla

NOCERA INFERIORE. Ancora giallo sulla morte di Dario Ferrara, il giovane deceduto dopo una colluttazione con Francesco Paolo Ferraro il 25 aprile scorso. Ieri mattina si è svolta l’udienza conclusiva dinanzi alla Corte d’Assise. Il medico legale Giovanni Zotti, chiamato a testimoniare,ha chiarito che furono due le lesioni che hanno portato alla morte il Ferrara.

La tesi è stata contrastata dalla difesa, che ha sostenuto come la pluralità delle lesioni subite da Dario potrebbero essere state causate anche da una caduta a terra o da un oggetto contundente. Il casco sembra essere l’elemento cruciale del processo, arma del delitto che non è mai stata ritrovata. Inoltre, la dinamica ed i particolari dell’episodio pare siano stati rimossi dagli amici della vittima: i tre amici del Ferrara, non hanno fornito testimonianze utili. Martino Battipaglia ha sostenuto di non aver visto cosa fosse accaduto e di non sapere i motivi della lite nonostante – come racconta la madre del giovane – fu lui a raccontare cosa era accaduto. Nemmeno Annunziata Reo e Chiara Pisciotta hanno precisato cosa videro. La reticenza dei testimoni è stata più volte ripresa dal presidente, ed ora il pm dovrà valutare un eventuale comunicazione al suo ufficio per falsa testimonianza.

Fonte: La Città

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button