Cronaca

Ferì un ragazzo con una freccia della balestra: “Ero minacciato”

"Mi sentivo perseguitato e minacciato", le sue parole

Ferì un ragazzo di 29 anni con la freccia scoccata da una balestra, la settimana scorsa il 48enne di Nocera Inferiore si è difeso in aula. “Mi sentivo perseguitato e minacciato”, le sue parole. Lo riporta Il Mattino.

Nocera Inferiore, ferì un ragazzo con una balestra

Mi sentivo perseguitato e minacciato, provarono ad entrare in casa mia con delle mazze di ferro“, si è difeso con queste parole in tribunale il 48enne di Nocera Inferiore, accusato di lesioni aggravate.

Nel maggio del 2021 l’uomo avrebbe scoccato una freccia da una balestra in direzione di un 29enne. Sullo sfondo ci sarebbero continui litigi con il proprietario di quello stabile nel quale l’imputato viveva ormai da tempo.

Al giudice l’uomo avrebbe dichiarato: “Più volte mi ero rivolto alle forze dell’ordine, mi sentivo minacciato da alcune persone. Quel giorno sollecitai più volte un intervento. Ho usato la balestra per difendermi, solo dopo ho saputo chi avevo ferito. Alle 20.30 – ha detto – ho chiamato le forze dell’ordine perché vidi più persone fuori casa, che cercavano di buttare giù la porta con delle mazze di ferro”, versione compatibile con quella già dichiarata in fase di convalida dell’arresto.

Articoli correlati

Back to top button