Cronaca

Nocera Inferiore, raid al pronto soccorso: medico picchiato

Al momento non sono stati presi provvedimenti perché i militari stanno indagando per meglio mettere a fuoco movente, dinamica e responsabilità

Momenti di tensione ieri pomeriggio, 24 giugno, presso il pronto soccorso dell’Umberto I di Nocera Inferiore. Tre persone di Somma Vesuviana, in provincia di Napoli, hanno scatenato l’inferno devastando i locali e picchiando il medico di turno.

Raid al pronto soccorso di Nocera Inferiore

Secondo quanto hanno ricostruito i carabinieri del colonnello Rosario Di Gangi, un loro congiunto non avrebbe ricevuto le giuste cure e sarebbe stato trascurato. A distruggere il reparto sarebbero stati il figlio, la figlia e la nuora dell’anziano.

Indagini in corso

Come riporta “Il Mattino”, al momento non sono stati presi provvedimenti perché i militari stanno indagando per meglio mettere a fuoco movente, dinamica e responsabilità. Il reparto è rimasto chiuso per consentire la sanificazione anti Covid dei locali e delle attrezzature mediche. Tutte le emergenze in arrivo sono state dirottate in altri presidi ospedalieri.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button