Cronaca

Nocera Inferiore, spaccio a Piedimonte: confermate tre condanne

NOCERA INFERIORE. La Cassazione ha confermato le pene carcerarie ai fratelli D’Elia e a D’Alessandro, considerati elementi di spicco dello spaccio ai piedi del crocifisso di Piedimonte a Nocera Inferiore.

Marijuana, hashish e cocaina a Piedimonte: la Cassazione non risparmia tre persone

La Cassazione ha confermato le condanne per spaccio di sostanze stupefacenti nella zona di Piedimonte a tre persone di Nocera Inferiore.

Come riportato da “Il Mattino”, l’operazione anti droga risale al 2014 e i giudici hanno confermato le pene per Mario D’Elia (9 anni e 4 mesi), Gerardo D’Alessandro (un anno e quatto mesi) e Francesco D’Elia (12 anni). In particolare i due fratelli D’Elia erano considerati figure di spicco del giro di spaccio concentratosi a Piedimonte, zona in cui venivano consumati elevati quantitativi di sostanze stupefacenti come hashish, marijuana e cocaina.

Secondo le ricostruzioni del caso, i tre avrebbero gestito un traffico di droga che veniva occultata ai piedi della zona crocifisso, il tutto in un periodo di tempo compreso tra il 2011 e 2012. A incastrare i tre furono le telecamere di videosorveglianza installate nel quartiere, le quali hanno ripreso incessantemente gli incontri tra pusher e clienti.

 

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button