Cronaca

Nocera Inferiore come il Far West: sparatorie e inseguimenti

NOCERA INFERIORE. Due sparatorie nel giro di poche ore si sono susseguite, senza alcuna interrelazioni tra i casi, nella fausta Nocera. Sembra che i due trentenni impelagati in queste vicende appartengano al medesimo gruppo criminale di spacciatori. Polizia e Carabinieri provano a far luce sui fatti. Al vaglio degli inquirenti è passato un 39enne, Diego Landino, che possedeva una pistola giocattolo modificata. Dopo l’interrogatorio è stato arrestato.

Erano circa le 19.00 quando F.M., giovane del luogo, è stato sparato al sedere in via Atzori, nel rione Calenda. Ovviamente, l’uomo è stato segnalato ai carabinieri che sono corsi per ottenere informazioni. Senza successo, visto che l’uomo non ha voluto collaborare. Si è appurato, stando al poco che ha raccontato, che sia stato sparato ai glutei dopo un serrato inseguimento mentre era a bordo della sua Smart da due persone a cavallo di una moto.
Stranamente non ci sono testimoni.

Il secondo episodio è avvenuto alle 21.00: l’auto di un giovane noto alle forze dell’ordine è stata crivellata di colpi. Pare si trattasse di due armi differenti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button