Cronaca

Nocera, ulcera gastrica mortale: a processo 6 medici

NOCERA INFERIORE. Un’ulcera gastrica dopo una delicata operazione lo portò alla morte. Sei medici rinviati a giudizio per l’accusa di omicidio colposo.

Alla vigilia di Natale del 2011 avvenne la morte di Giovanni Ambrosio, 70enne di Terzigno. Il paziente era passato dall’ospedale di Boscotrecase a quello di Nocera per un’ulcera gastrica, con tanto di perdite di sangue. In ospedale ci arrivò il 14 dicembre dello stesso mese. I medici sono accusati di imprudenza, imperizia e negligenza.

Nocera, ulcera gastrica mortale: a processo 6 medici

Come racconta SalernoToday, stando alle indagini, chi intervenne avrebbe omesso di effettuare rilievi emocromo e pressori dopo l’operazione, una gastroscopia. In seguito, solo il giorno dopo, gli stessi non avrebbero eseguito il controllo gastroduodenoscopico, che fu richiesto fino alle 3 della notte compresa tra il 15 e il 16 dicembre dall’anestetista e dal medico endoscopista.

A quel punto, il paziente fu sottoposto ad intervento chirurgico, dopo il trasferimento in altro reparto. L’intervento, secondo la perizia del medico legale, risultò tardivo, con Giovanni Ambrosio già in stato di sofferenza.

L’imprudenza dei medici

I medici non avrebbero riconosciuto un’emorragia «fortemente in atto, omettendo la tempestiva valutazione della necessità di intervenire chirurgicamente». Quell’ «inerzia assistenziale», in sostanza, avrebbe causato la morte del 70enne. Il processo partirà il prossimo 25 ottobre, dinanzi al giudice monocratico Leda Rossetti. L’indagine fu aperta con la denuncia dei familiari.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto