Cronaca

Nocera, migranti ospitati nelle case sequestrate alla camorra

NOCERA INFERIORE. Sono due gli edifici sequestrati alla camorra a Nocera inferiore e che entreranno nel piano di accoglienza per gli immigrati. Il progetto sostenuto dalla sigla dello Sprar, risolverà i problemi di ordine pubblico che si stanno verificando in città da tempo. L’assessore Saverio D’alessio ha così commentato la vicenda: «Questo piano ci consente di congelare la possibilità per cui dalla prefettura possano mandarci dei migranti senza preavviso, e ci consente di non avere privati che si muovono autonomamente tramite prefettura, insediandosi nella nostra città senza che il Comune abbia alcuna parte nella gestione».

Come racconta il quotidiano La Città, i due edifici sono in via Astuti e via Fucilari e sono entrambi stati sequestrati alla malavita organizzata, l’assessore chiarisce che non ci saranno cooperative che potrebbero creare seri problemi economici, ma gestirà tutto il Comune di Nocera e quindi conferma il controllo sul territorio e sugli edifici. Intanto si cercano altre strutture in grado di accogliere i migranti, l’obiettivo è quello di distribuirli in modo omogeneo e di permettergli un alloggio dignitoso.

Sono tutti d’accordo sull’obiettivo di non creare dei ghetti come già accaduto in altre parti d’Italia, ma di far entrare nella società gli immigrati e di ospitarli al meglio. D’Alessio continua parlando di alcune strutture in condizioni disastrose in questo modo «Oggi è inabitabile ma tramite i fondi che fanno parte del progetto, ci troveremo delle proprietà utilizzabili e fruibili».

 

 

Articoli correlati

Back to top button