Cronaca

Nocera superiore, condanna per stalking: questa volta l’imputato è una donna

NOCERA SUPERIORE. Una donna, di 40 anni circa, è finita sotto processo con l’accusa che di solito viene accostata al sesso opposto: stalking e atti persecutori.

È questo quello che è successo giorni fa quando tre giudici l’hanno condannata ad un anno e sei mesi di reclusione. Pena sospesa, in virtù dell’assenza di precedenti.

Condanna per stalking: i dettagli emersi dalle indagini

La donna, secondo quanto riporta Il Mattino, aveva cominciato ad approcciarsi in maniera sempre più morbosa verso il suo ex compagno.

La fine della loro relazione sentimentale, infatti, la donna proprio non l’aveva accettata.

Anzi, la 40enne era decisa a convincere il suo ex compagno a cambiare idea, in tutti i modi.

Lo avrebbe, quindi, cominciato a tempestare di messaggi e telefonate, oltre che a seguirlo più volte durante la giornata.

Una persecuzione portata avanti per diversi anni, stando alla denuncia presentata poi ai carabinieri della stazione locale e costata alla stessa un divieto di avvicinamento.

Ma l’ordine del tribunale non bastò a fermarla e la donna decise di vendicarsi per essere stata «scaricata» tentando di dare fuoco alla casa dove viveva l’ex compagno.

La condanna della 40enne rappresenta, almeno per quest’anno, il primo caso di stalking che ha visto imputata una persona di sesso femminile.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button