Cronaca

Le regole del colonnello imprenditore: niente treccine e cellulari a lavoro

NOCERA SUPERIORE. Nuovi dettagli sulle indagini dell‘arresto di Giuseppe D’Auria: tra le sue regole vigeva il divieto di usare i cellulari e portare treccine sul posto di lavoro.

Cellulari spenti e niente treccine: ecco le regole del colonnello imprenditore sul posto di lavoro

Si allargano i dettagli sulle indagini legate all’arresto di Giuseppe D’Auria, l’ex colonnello dell’esercito e gestore di uno dei supermercati Sole365 a Nocera Superiore, arrestato nella giornata di lunedì per cibo avariato e minacce ai dipendenti. Niente cellulari e treccine, queste erano alcune delle regole che D’Auria imponeva alle persone che lavoravano per lui, le quali erano tra l’altro costrette a tenere i cellulari spenti e ad andare in bagno una sola volta nell’arco di tutto il turno lavorativo: in caso contrario si rischiava il licenziamento.

Secondo le testimonianze di alcuni dipendenti, D’Auria avrebbe avuto la perenne paura di essere ripreso con video o foto che potevano essere usati contro di lui. Tuttavia, i 41 capi di accusa che gli sono stati contestati sono nati proprio grazie ad alcune testimonianze riprese sul posto di lavoro, come video e audio registrati. Infine, oltre a proporre ai suoi lavoratori contratti irregolari, li obbligava anche a nascondere gli infortuni sul lavoro.


Fonte: Il Mattino

 

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button